Gb. Ex-capo servizi afferma, ”tortura terroristi produce informazioni utili”

Pubblicato il 2 Marzo 2015 15:45 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2015 15:45
John Sawers

John Sawers

GB, LONDRA – L’ex capo dei servizi segreti britannici MI6 John Sawers ha giustificato l’uso della tortura contro sospetti terroristi, perchè secondo lui produce “informazioni utili”. Parlando con la Bbc nella sua prima intervista da quando a gennaio ha lasciato lo spionaggio, Sawers ha precisato che l’intelligence “non fa uso della tortura, perchè è contro i valori della nostra società” ed è illegale, ma non “perchè non sia utile”.

Proprio domenica il quotidiano Independent ha rivelato che solo attraverso le informazioni ottenute in Arabia Saudita torturando membri di Al Qaeda fu possibile sventare un attentato terroristico in Gran Bretagna nel 2010. L’obiettivo dei terroristi erano due aeri merci partiti dallo Yemen e diretti negli Stati Uniti su cui erano state piazzate due cartucce di toner contenenti esplosivo.

La prima bomba fu intercettata durante uno scalo all’aeroporto britannico di East Midlands solo 17 minuti prima che esplodesse, la seconda invece a Dubai. Fonti vicine all’operazione hanno peraltro precisato che funzionari britannici non hanno partecipato alle torture dei terroristi.