Gb. Fa stalking a un’ex compagna di classe, produttore tv finisce nei guai: contattata 40 mila volte

Pubblicato il 14 Luglio 2011 16:10 | Ultimo aggiornamento: 14 Luglio 2011 16:12

Claire Waxman e Eliot Fogel

LONDRA – L’ha contattata 40 mila volte, era diventata ormai un’ossessione per lui, adesso Elliot Fogel rischia il carcere. Il produttore tv inglese si è trascinato nei guai con le sue stesse mani perché non riusciva a non chiamare la sua ex compagna di classe, Claire Waxman.

Per la terza volta in ben otto anni di tormenti a tutte le ore, Fogel ha violato il provvedimento restrittivo che avrebbe dovuto tenerlo lontano dalla sua povera vittima, conosciuta al College di St Albans nei primi anni ’90 e mai dimenticata.

Produttore freelance, di Edgware, a nord-ovest di Londra, capelli corti bruni e bello stile non era riuscito a rifarsi una vita sentimentale dopo i ripetuti rifiuti di Claire andati avanti per almeno 10 anni. Vestito di tutto punto è stato trovato con un invito a cena (rifiutato) per lei, poi è stato sorpreso a vagabondare intorno al suo posto di lavoro o a fare jogging davanti casa della donna.

Ha fatto centinaia di chiamate a casa della Waxman, ha raccolto informazioni sulla figlia e sul marito Marc. Nel 2006, Fogel è stato obbligato a rispettare il divieto di avvicinarsi a casa di Claire e di andare a meno di un chilometro dal suo posto di lavoro.

La donna ha avuto problemi alimentari e ha perso anche un bambino per la tensione e l’angoscia a cui è stata sottoposta. Ora è riuscita a portare alla sbarra il suo stalker e spera che Fogel venga condannato presto.