Gb, lo scrittore Haddon come Buffett a Cameron: “Fammi pagare più tasse”

Pubblicato il 12 agosto 2012 16:27 | Ultimo aggiornamento: 12 agosto 2012 21:04

Mark Haddon

LONDRA – Mark Haddon, scrittore multimilionario, ha chiesto al primo ministro britannico David Cameron di fargli pagare più tasse.

Lo scrittore, autore di ‘Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte’, ha detto al Sunday Times che i ricchi come lui dovrebbero contribuire di più per evitare altri tagli da parte del governo.

Ex illustratore e scrittore per bambini che nel 2003 quasi per caso si è trovato in testa alle classifiche dei bestseller, Haddon ha ammesso di essere straricco: ”Le misure di austerity decise da questo governo hanno causato vere sofferenze a molti britannici ma non a me. Il mio alto tenore di vita non è stato minimamente intaccato”.

‘Lo strano caso’, la storia di un adolescente con la sindrome di Asperger che una notte trova il cane di una vicina trafitto da un forcone, sta andando in scena in questi giorni al National Theatre di Londra e Brad Pitt ha acquistato i diritti per farne un film con la Warner Bros.

”Perché alla gente come me non viene chiesto di fare la sua parte?”, ha detto lo scrittore al Sunday Times spiegando di essere stato ispirato dal miliardario americano Warren Buffett che ha chiesto di pagare più tasse dopo aver scoperto che la sua donna delle pulizie, in proporzione, pagava più tasse di lui.

”Non vedo molta gente che la pensa allo stesso modo. In questo mondo sembrano esserci più Bob Diamonds che Warren Buffett”, ha detto alludendo all’ex Ceo di Barclays, la banca britannica al centro dello scandalo Libor.

”Non è solo una questione economica, è anche un problema morale”, ha detto lo scrittore: ”Se tutti pagassimo le tasse come si deve non avremmo bisogno di ricorrere all’austerity”.

La posizione di Haddon che ”infastidice il suo commercialista insistendo di pagare fino all’ultimo centesimo tutte le imposte dovute” è agli antipodi di quella di molti ricchi britannici tra cui Jimmy Carr, un comico che in giugno si è esibito durante i festeggiamenti del Giubileo di Diamante della regina Elisabetta, che hanno evitato di pagare tasse su milioni di sterline attraverso escamotage basati sul K2, un complesso prodotto fiscale appoggiato nell’isola di Jersey. Una ‘evasione’ perfettamente legale ma che, quando e’ venuta alla luce qualche settimana fa, e’ stata definita da Cameron ”moralmente sbagliata”.