Londra, scontri tra polizia e studenti scesi in piazza contro le rette universitarie più care. Tre agenti feriti gravemente

Pubblicato il 9 Dicembre 2010 16:49 | Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2010 20:48

I primi feriti gravi degli scontri scoppiati a Londra contro l’innalzamento delle rate universitarie sono due poliziotti. Gli agenti sono rimasti gravemente feriti negli scontri con gli studenti che assediano Piazza del Parlamento a Londra per protestare contro l’aumento delle rette universitarie. Una prima ricostruzione della Press Association riferisce che uno degli agenti è caduto da cavallo durante una carica.

Continuano a segnalarsi tafferugli con vetri e oggetti lanciati contro le forze dell’ordine che hanno effettuato alcuni arresti. Ci sono stati alcuni arresti. In Piazza del Parlamento sono arrivate le ‘gabbie’ di contenimento della manifestazione degli studenti. ”E’ a causa del livello di violenza che devono fronteggiare i nostri agenti”, ha detto un portavoce. Alcuni studenti hanno scalato la statua di Winston Churchill e la stanno coprendo di graffiti, secondo quanto riporta SkyNews. I manifestanti avrebbero anche colpito l’automobile con a bordo Carlo e Camilla.

Gli studenti sono scesi a manifestare mentre al parlamento era in corso il dibattito prima del voto sull’aumento delle rette, previsto dopo i tagli per crisi voluti dal governo del premier David Cameron.

Cinque manifestanti sono stati rimossi a forza dalla galleria del pubblico della Camera dove avevano cominciato a gridare slogan interrompendo il dibattito. Altre manifestazioni di studenti a Londra erano sfociate in atti di vandalismo e violenza.

Già un mese fa gli studenti erano scesi a protestare contro gli annunciati aumenti. Il premier aveva fatto sapere che non sarebbe stato fatto “alcun passo indietro”.

[gmap]