Cronaca Europa

Gb, medico pakistano molesta infermiera: “Norme culturali diverse”

medico-pakistan

Gb, medico pakistano molesta infermiera: “Norme culturali diverse”

LONDRA – Imran Qureshi, medico pakistano di 44 anni che aveva molestato una studentessa infermiera di 21 anni, dà la colpa alle “norme culturali diverse” nel Regno Unito e riesce a mantenere il posto di lavoro. Qureshi, aveva afferrato il seno della studentessa e, poiché aveva avuto precedenti fidanzati e considerata “sessualmente disponibile”, chiesto di iniziare una relazione.

In tribunale la giovane ha riferito di essere rimasta “sconvolta e distrutta”, che l’episodio ha avuto una ripercussione sugli studi ed è incapace di fidarsi dei colleghi, scrive il Daily Mail. La studentessa, indicata come Miss A, ha detto che Qureshi le aveva afferrato il seno per due secondi e poi era diventato aggressivo.

Il medico ha ammesso di aver commesso un errore di valutazione ma ha aggiunto che nel Regno Unito le “norme culturali” sono diverse da quelle del Pakistan e non è riuscito a individuare la “luce rossa” che lo avvertiva di non muoversi.

A giugno 2016 il medico, sposato con 2 figli, dopo essere stato giudicato colpevole di molestia sessuale, è stato condannato a firmare per 5 anni il registro dei responsabili di reati sessuali. È stato anche condannato per 12 mesi ai servizi socialmente utili e perso gli appelli contro la sentenza.

Ma al Medical Practitioners Tribunal Service di Manchester è sfuggito a una sospensione di 12 mesi dopo aver offerto un “scusa dal profondo del cuore” a miss A e insistito che era stato un “un momento di follia, una breve toccata”. Qureshi ha frequentato un corso sul mantenimento delle distanze professionali e l’anno prossimo sarà riesaminata la sua posizione di medico.

To Top