Gran Bretagna: morta in povertà la spia Rose, eroina della Seconda Guerra Mondiale

Pubblicato il 21 Settembre 2010 14:03 | Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2010 14:32

Eileen Nearne

Si terranno oggi i funerali pubblici di Eileen Nearne, ottantanovenne britannica, ex agente in incognito e eroina della seconda guerra mondiale, dimenticata dal governo negli ultimi anni di vita e finita in povertà, ma diventata una celebrità dopo la sua scomparsa, grazie ad una campana della stampa del Regno.

Nome in codice Rose, la donna riuscì a sopravvivere alle torture naziste in ben tre occasioni, senza mai rivelare la sua vera identità e i segreti di guerra di cui era a conoscenza. Ma i segni delle torture le rimasero addosso per gli anni a venire, tanto da provocarle gravi problemi medici e psichiatrici. Per questo le fu concessa un’alta pensione di invalidità, che però Nearne perse dopo essere stata per lungo tempo in Francia.

La donna è morta di infarto il 2 settembre, dopo anni di solitudine e povertà, e non avendo lasciato averi, sembrava fosse destinata a funerali miseri pagati dalle autorità locali.

Grazie alla mobilitazione della stampa e della società civile, sembra invece che non sarà così. I funerali della donna, a cui diverse autorità politiche e personaggi noti hanno garantito la partecipazione, si terranno oggi nella chiesa della città dove risiedeva, Torquay in Devon, e le sue ceneri verranno gettate in mare.

”Mia zia era una donna molto tranquilla e riservata – ha detto la nipote che attualmente vive in Italia – e sarebbe stupita di tutta l’attenzione che sta ricevendo. Spero che sarà ricordata, insieme agli altri agenti speciali, con orgoglio e gratitudine per il lavoro svolto durante la guerra”.