Gb, pediatra straniero inietta dose di acido Carbolico a bimbo per errore: non conosceva l’inglese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 febbraio 2019 7:29 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2019 0:36
acido carbolico

Pediatra straniero inietta dose di acido Carbolico a bimbo per errore: non conosceva l’inglese

MANCHESTER – Un pediatra ungherese inietta a un bambino di 4 anni una dose di acido carbolico o fenolo che poteva essere mortale e non per una svista: il medico non conosceva l’inglese e aveva interpretato erroneamente l’etichetta del farmaco.

L’episodio è accaduto nel 2009: a Gyorgy Rakoczy, 64 anni, che lavorava al Royal Manchester Children’s Hospital, era stato ordinato di perfezionare la conoscenza dell’inglese e temporaneamente sospeso dalla professione. 

Ma dopo il rientro al lavoro, nel 2017, non ha superato i test in inglese di conversazione, lettura e scrittura. 

Convocato dal tribunale degli operatori sanitari è stato deciso che dovrà completare un corso d’inglese. 

Rakoczy, originario di Budapest e lavora nel Regno Unito dal 2007, aveva iniettato a un bambino una dose potenzialmente letale di fenolo: voleva utilizzare una concentrazione al 5% ma non avendo padronanza della lingua inglese, aveva letto male l’etichetta e usato fenolo all’80%.

Il bambino, ricoverato per una presunta emorroide, aveva riportato devastanti lesioni interne al punto che era stata necessaria una sacca per la colostomia. 

Ha subìto 30 interventi, tra cui la rimozione di un segmento dell’intestino e non poteva più avere una vita normale. 

Dopo l’operazione, a Rakoczy era stato permesso di continuare a praticare in ospedale ma nel 2012 dopo un’indagine del General Medical Council, era stato sospeso per tre mesi per gravi mancanze.