GB: pirati informatici avevano accesso a 20 mila conti bancari

Pubblicato il 5 agosto 2010 15:16 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2010 16:07

Scotland Yard ha arrestato sei individui sospettati di aver messo in piedi una mega frode su internet, finalizzata a impadronirsi di dati di carte di credito e di conti bancari online e che avrebbe già compromesso la sicurezza di ben 20.000 conti correnti britannici.

In seguito a perquisizioni a Londra e a Navan, in Irlanda, la polizia britannica ha scoperto che, tramite i dati rubati, i sei individui – cinque uomini e una donna – avevano ottenuto accesso a una cifra potenziale stimata attorno ai 4 milioni di sterline.

Dai conti di cui avevano ottenuto i dati finora erano state sottratte solo 358.000 sterline. Creando dei siti web fasulli, progettati per assomigliare a quelli veri delle banche, i truffatori guidavano ingenui utenti internet a fornire i dati per accedere ai propri conti bancari online.

”Riteniamo che ponendo fine alle operazioni abbiamo prevenuto ulteriori perdite da parte di individui e istituzione nel Paese”, ha commentato l’ispettore Colin Wetherill, dell’unità per il crimine su internet di Scotland Yard.