Le gemelline potrebbero non essere mai uscite dalla Svizzera. Ricostruiti dal cellulare gli spostamenti del padre

Pubblicato il 16 Febbraio 2011 15:20 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2011 15:20

MARSIGLIA – ”Le gemelline potrebbero non aver mai lasciato la Svizzera”. Lo ha detto il procuratore di Losanna, Pascal Gillieron, a margine del vertice tra polizie italiana, svizzera e francese che si occupano della scomparsa di Alessia e Livia Schepp. ”E’ ovviamente una delle ipotesi – ha detto Gillieron – che non dobbiamo escludere. Abbiamo effettuato ricerche che sono risultate vane, ma ripeto che una delle ipotesi è questa”.

Eppure ci sono alcune tracce certe (anche perché scandite da uno scambio di sms con la moglie, Irina Lucidi) che Matthias Schepp ha lasciato da quando il 30 gennaio è partito dalla cittadina di Saint-Sulpice dove lui e la sua famigliola vivevano e dove l’ultimo avvistamento delle gemelline Alessia e Livia è alle 13.30 circa, vicino alla casa del padre. Alle 15.50 Schepp era nel centro di Morges, piccolo comune svizzero vicino a Saint-Sulpice. Da Morges scrive alla moglie, che attendeva a casa le piccole di lì a poco: ”Riporto io le bambine domattina a scuola”.

Alle 18.04 l’uomo, sempre tramite il cellulare, risultava a Ginevra (a una cinquantina di chilometri da Morges), alle 18.21 sull’autostrada vicino al comune francese di Annecy (Autoroute A41; E712), a una cinquantina di chilometri da Ginevra. Anche qui un breve scambio di sms con Irina Lucidi, che risponde al suo messaggino delle 15.50: ”Portale a scuola alle 7”. Dieci minuti dopo, la replica di Schepp: ”Le bambine hanno bisogno di me”. Alle 19.38 l’uomo risulta, dalle tracce telefoniche, a una novantina di chilometri da Annecy, a St Bonnet de Mur alla periferia di Lione (autoroute A43).

Il 31 l’uomo è a Marsiglia, dove c’è traccia di un parcheggio dalle 12 alle 14 e del prelevamento di denaro (7.500 euro) da vari sportelli bancari. La sera dello stesso giorno il viaggio sul traghetto per la Corsica, per il quale la traccia certa è il check-in al porto fatto un’ora prima dell’imbarco.