Germania, abusi in scuola laica dei Vip

Pubblicato il 6 Marzo 2010 17:35 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2010 17:35

Una prestigiosa scuola tedesca, non religiosa e legata all’Unesco, ha ammesso che suoi allievi sono stati vittime di abusi sessuali tra gli anni ’70 e ’80. La rivelazione giunge proprio mentre il paese è scosso da uno scandalo che vede coinvolti istituti cattolici tedeschi.

La scuola Odenwald (Oso) di Heppenheim, nell’ovest della Germania, nota per il suo metodo pedagogico basato sul «libero sviluppo di ogni allievo», ha riconosciuto «anni di abusi commessi da suoi educatori ai danni degli allievi», riporta oggi il quotidiano Frankfurter Rundschau.

L’istituto annovera tra i suoi ex allievi molti nomi noti, tra cui il leader studentesco del maggio ’68 e attuale leader dei verdi al Parlamento europeo Daniel Cohn-Bendit, che lo frequentò tra il 1958 e il 1965, o anche uno dei figli dell’ex presidente della Repubblica federale tedesca Richard von Weizsacker, Andreas, tra il 1969 e il 1976, stando al sito internet dell’istituto. «Gli abusi sessuali hanno avuto luogo almeno a partire dal 1971», ha affermato la direttrice della scuola, Margarita Kaufman, precisando di aver sentito di «20 nomi» di studenti coinvolti. Il quotidiano tedesco, dal canto suo, scrive che almeno quattro ex insegnanti sono stati accusati da ex allievi e di aver appreso che le vittime sono «tra 50 e 100».