Cronaca Europa

Germania, accoltellato il sindaco pro-migranti Andreas Hollstein

Germania-accoltellato-sindaco

Il sindaco pro-migranti di Altena, Andrea Hollstein

BERLINO – Sindaco pro-migranti accoltellato in Germania. E’ accaduto lunedì sera, 27 novembre. Andreas Hollstein, primo cittadino del piccolo comune tedesco di Altena, cittadina del Nordreno-Westfalia nota nel Paese per aver accolto molti profughi in questi anni, è stato aggredito mentre si trovava in un locale.

“È lei il sindaco? Lei mi lascia morire di sete e porta 200 profughi ad Altena!”: sono queste le parole pronunciate dall’aggressore di Andreas Hollstein. L’uomo sarebbe infatti un alcolista.

Si fa sempre più evidente la matrice politica e xenofoba dell’agguato. Il sindaco ha deciso di accogliere cento profughi in più di quelli assegnati dal governo e ha scritto un libro, Mein Kampf – gegen Rechts, (La mia guerra – contro la destra) che, rovesciando il titolo del famoso libro di Adolf Hitler, si fa portavoce delle istanze di accoglienza.

Subito dopo essere stato colpito all’altezza della gola, Hollstein, della Cdu, è stato soccorso da un’ambulanza e portato in ospedale ed è stato dimesso nella notte. L’aggressore, un uomo di 56 anni, è stato arrestato. “Gli organi di sicurezza ritengono che ci sia un movente politico”, ha affermato Armin Laschet, presidente del Land. Il presunto aggressore, stando a una testimonianza raccolta dalla Bild, si sarebbe lamentato dei migranti.

Il sindaco ha temuto per la sua vita, e oggi ringrazia chi lo ha aiutato a salvarsi, ma ha annunciato che andrà avanti nel suo impegno per i profughi: “Per fortuna sono stato ferito in modo molto lieve. Se non fosse stato per l’aiuto ricevuto, forse ora non potrei essere qui oggi”, ha spiegato, raccontando che i proprietari del locale, di origine straniera, lo hanno aiutato a neutralizzare l’aggressore. “Andrò avanti nel mio impegno sui profughi”.

L’aggressione è stata commentata anche dalla cancelliera Angela Merkel, che ha espresso indignazione per l’agguato al sindaco di Altena. “Sono indignata per l’attacco col coltello al sindaco Andreas Hollstein”, ha affermato Merkel, attraverso il suo portavoce, su Twitter. “E sono molto sollevata per il fatto che sia potuto tornare dalla sua famiglia – ha aggiunto -. Grazie anche a coloro che lo hanno aiutato”.

Come ricorda Tonia Mastrobuoni su Repubblica, l’agguato ricorda quello sferrato a Colonia contro la candidata sindaca Henriette Reker il 17 ottobre del 2015. Anche in quel caso un uomo si era avventato contro la donna con un coltello da caccia gridando insulti contro le politiche di accoglienza.

To Top