Germania, ogni anno muoiono 100 persone per autoerotismo estremo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 febbraio 2018 6:21 | Ultimo aggiornamento: 8 febbraio 2018 18:02
(foto d'archivio)

(foto d’archivio)

BERLINO – In Germania, ogni anno muoiono tra le 80 e 100 persone per aver praticato giochi estremi di autoerotismo. E’ quanto emerge da uno studio di Harald Voss, scienziato forense tedesco, in cui sostiene che la causa più comune è l’asfissia o l’asfissia autoerotica, in cui le persone limitano intenzionalmente l’assunzione di ossigeno per raggiungere l’orgasmo.

Tra i casi più bizzarri c’è quello di un uomo di Amburgo trovato con indosso un collant, un impermeabile, un muta da sub e un sacco di plastica in testa: è morto dopo essersi seduto accanto a stufa e cercato di sciogliere alcune fette di formaggio sul corpo.
Un altro ad Halle è stato ritrovato morto con le luci dell’albero di Natale pinzate intorno ai capezzoli perché cercava di trarre piacere dalle scosse elettriche.

Ad Assia un uomo è stato trovato morto nel suo scantinato con catene attaccate a varie parti del corpo e al collo. Un incidente probabilmente legato a pratiche di autoerotismo, secondo quanto riportato da Bild.
The Local riferisce che il numero di casi analoghi non denunciati, poiché le famiglie si vergognano, è “estremamente alto” ma negli ultimi trent’anni si è occupato solo di cinque.
Tra il 1983 e il 2002, l’Istituto di Medicina legale di Amburgo ha registrato 40 morti accidentali per autoerotismo, le vittime avevano tra i 13 e i 79 anni, aggiunge The Local.
Le vittime sono di solito uomini, ha detto Voss, dal momento che le donne sono “più caute” e sottolineato che i rischi dell’attività autoerotica sono sottovalutati:”Perdere conoscenza può accadere più velocemente di quanto si pensi”.