Berlino: si moltiplicano gli episodi di antisemitismo

Pubblicato il 27 settembre 2012 22:27 | Ultimo aggiornamento: 27 settembre 2012 22:27

BERLINO – In Germania sembrano moltiplicarsi in maniera preoccupante, negli ultimi tempi, i casi d’antisemitismo. A circa un mese dall’aggressione violenta subita da un rabbino e da sua figlia a Berlino, un membro del Consiglio centrale ebraico è stato oggetto di offese nel pieno centro della capitale tedesca, mentre un tassista si è rifiutato di portare una famiglia in sinagoga.

Stephan Kramer, questo il nome del membro del consiglio ebraico, ha denunciato un uomo che lo avrebbe offeso, mentre era in compagnia dei suoi due figli, dopo aver riconosciuto un libro di preghiere ebraiche. ”Verosimilmente si è sentito provocato”, ha spiegato Kramer, che a sua volta è stato denunciato per aggressione dal presunto antisemita.

Per evitare che la situazione precipitasse, Kramer avrebbe infatti mostrato subito una pistola che portava sotto la giacca, per cui detiene un regolare porto d’armi da otto anni. Sempre oggi un tassista berlinese si è rifiutato di portare una famiglia in sinagoga. Dopo aver accolto i clienti gentilmente sul taxi e aver appreso la destinazione, l’uomo ha accostato la vettura invitando gli increduli passeggeri a cercarsi un altro mezzo di trasporto.