Germania, esplode miniera in Turingia per fuga di gas: 3 morti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 ottobre 2013 20:16 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2013 20:17
Germania, esplode miniera in Turingia per fuga di gas: 3 morti

(Foto Ansa)

BERLINO – I tre minatori dati per dispersi nell’esplosione della miniera tedesca del 1° ottobre sono stati trovati morti. Una fuga di gas ha causato la violenta esplosione nella miniera K+S di Unterbreizbach, in Turingia. Altri quattro minatori rimasti intrappolati sono invece stati tratti in salvo. L’esplosione ha sprigionato anidride carbonica e provocato una forte onda di pressione risalita attraverso il pozzo fino alla superficie.

Secondo quanto reso noto dal portavoce della miniera K+S a Unterbreizbach all’agenzia Dpa, Michael Wudonig, al momento dell’esplosione, sette minatori si trovavano a circa 700 metri di profondità, e sono rimasti bloccati. Quattro sono stati rintracciati e stanno bene. Due di loro sono stati tratti in salvo e due sono riusciti a liberarsi da soli. I tre minatori inizialmente dati per dispersi sono invece morti.

Il ministro dell’ambiente della Turingia, Juegen Reinholz (Cdu) ha raggiunto il luogo dell’incidente. L’impianto di Unterbreizbach fa parte del gruppo Kali-Verbund an der Werra con diversi stabilimenti in Turingia (a est) e in Assia (a ovest).  Stando al portavoce, la causa della sciagura è probabilmente una fuga di gas a seguito di una esplosione controllata per l’estrazione di potassio. Durante i lavori si è sprigionata verso fine mattinata anidride carbonica che ha provocato una forte onda di pressione risalita fino alla superficie attraverso il pozzo.

L’esplosione è avvenuta a circa 900 metri di profondità ma a grande distanza dai minatori. La pressione sprigionata tuttavia è stata eccezionalmente potente.  L’anidride carbonica, che può trovarsi nei sali di potassio, si è sprigionata nell’esplosione come una vera e propria detonazione.

La miniera Unterbreizbach e Merkers in Turingia e gli impianti dei pozzi sotterranei sono stati sgombrati e squadre di vigili del fuoco dello stabilimento sono all’opera. Il cesto per il trasporto dentro e fuori il pozzo dei minatori funziona ancora. Gli impianti di trasformazione a cielo aperto, dove era visibile una fitta nube di polvere, non sono andati distrutti.

Per gli abitanti di Unterbreizbach non sussistono pericoli. La K+S Kali GmbH, che appartiene alla K+S AG (Kassel), quotata nell’indice Dax, i principali titoli alla borsa di Francoforte, dà lavoro nel Kali-Revier Werra, a 4.370 persone di cui circa 1.000 in Turingia.