Trasmise l’hiv al suo partner, via al processo contro la popstar tedesca Nadja Benaissa

Pubblicato il 16 agosto 2010 12:06 | Ultimo aggiornamento: 16 agosto 2010 12:07

Nadja Benaissa

Parte con un’ammissione parziale di colpa il processo ai danni di Mais Nadja Benaissa, la cantante pop tedesca accusata di aver trasmesso il virus dell’Aids a un suo partner. La popstar ha infatti riconosciuto di aver nascosto di essere sieropositiva al proprio compagno.

”Sono desolata”, ha dichiarato Mais Nadja Benaissa, 28 anni, cantante della band femminile ‘No-Angels’, respingendo però, tramite il suo avvocato difensore, l’accusa di aver volontariamente infettato il partner, con cui ha avuto rapporti sessuali non protetti. Benaissa è accusata di ever avuto rapporti sessuali non protetti con tre partner fra il 2000 e il 2004, uno dei quali ha contratto virus Hiv.

Se riconosciuta colpevole, la popstar rischia dai sei mesi ai dieci anni di reclusione.  Tra i 20 testimoni convocati ci sono tre altre componenti della band, una delle più note di tutta la Germania, con oltre 5 milioni di dischi venGeduti tra il 2000 e il 2003.