Germanwings, mistero video ultimi istanti su aereo: “Mio Dio! Mio Dio!”

di redazione Blitz
Pubblicato il 31 Marzo 2015 21:49 | Ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2015 14:30
Germanwings, video ultimi istanti su aereo: "Mio Dio! Mio Dio!". Poi il nulla

Germanwings, video ultimi istanti su aereo: “Mio Dio! Mio Dio!”. Poi il nulla

PARIGI – “Mio Dio! Mio Dio!”, gridavano in tutte le lingue i passeggeri del volo Barcellona-Dusseldorf di Germanwings, prima dello schianto fatale sulle alpi francesi. Questo è quello che riporta il settimanale francese Paris Match che ha dato notizia di questo filmato a suo dire girato con un telefono cellulare, poi recuperato, a bordo dell’aereo schiantato in Francia.

Il procuratore che si occupa dell’indagine, Brice Robin, ha detto che “agli atti non esiste alcun video dell’incidente”, smentendo quindi il ritrovamento del cellulare e del suo contenuto.

Il vicedirettore di Paris Match, Regis Le Sommier, interviene dicendo: “Sono convinto che sia vero, abbiamo controllato e indagato. Siamo fiduciosi sulla nostra fonte, che è vicina al gruppo degli inquirenti”. Il vicedirettore conferma, implicitamente, di non aver visto però il filmato.

Tuttavia più di un giornalista descrive il video. Le immagini vengono descritte come concitate, durerebbero una manciata di secondi, probabilmente girate dal fondo dell’aereo.

Paris Match fa una ricostruzione di quegli attimi fatali che confermano quanto sinora ricostruito dalle registrazioni della scatola nera: il copilota Andreas Guenter Lubitz chiuso a chiave nella cabina, e il pilota Patrick Sonderheimer che bussa disperatamente per tentare di entrare.

“La scena è talmente caotica che non si distingue nessuno – spiega Paris Match – ma le grida dei passeggeri rivelano che erano perfettamente coscienti di ciò che stava per succedere”.

Il sonoro sarebbe ben più eloquente delle immagini. Tra le urla e le grida si sentirebbero anche, per almeno tre volte, dei colpi metallici che lasciano pensare che il pilota stia tentando di aprire la porta del cockpit con un oggetto pesante. Con molta probabilità l’ascia di sicurezza sempre presente sugli aerei passeggeri, come già ipotizzato nei giorni scorsi dopo il primo esame dei dati della scatola nera ritrovata.

A pochi secondi dalla fine una forte scossa e le grida improvvisamente si intensificano. Poi, il video si interromperebbe bruscamente.

Dopo le foto un video che ricostruisce il contenuto della telefonata, pubblicato dal Corriere della Sera.