Giovane e bella milionaria picchiata a morte in un hotel di Parigi, caccia al fidanzato-playboy

Pubblicato il 30 maggio 2009 12:31 | Ultimo aggiornamento: 30 maggio 2009 12:43

Chi ha ucciso a pugni e calci in un albergo di Parigi la bella, bionda e ricchissima Kinga Legg?  E perchè? Per il momento, scrive il Coriere della Sera, i sospetti degli inquirenti si concentrano sul suo ultimo fidanzato, Ian Griffin, inglese, 40 anni, un finanziere-playboy con un passato di 28 catastrofi finanziarie e una frode per cui è finito in prigione in Spagna, che ha trascorso con Kinga l’ultima notte prima che l’indomani venisse trovata morta, nuda nella vasca da bagno.

Kinga, 36 anni,  aveva lasciato la natia Polonia costruendosi poi una fortuna importando ed esportando pomodori o vendendoli a catene della ristorazione e ai supermarket. La sua base operativa era nel Sussex, in Inghilterra. Adorava i bei vestiti, i gioielli, i viaggi. A Parigi si era concessa una breve parentesi con Griffin, per il quale aveva mollato il marito e dato una nuova svolta alla sua vita.

La donna era arrivata da sola sabato al Bristol Hotel, cinque stelle lusso con uno dei ristoranti preferiti dal presidente francese Nicolas Sarkozy. Più tardi è comparso Griffin, ”Vado dalla mia ragazza” ha detto ai portieri. E non lo vedono più se non nella mattinata di martedì quando esce dall’ascensore e si assicura, con uno dei portieri, che nessuno vada a bussare di sopra. ”Kinga sta riposando”, dice. Paga il conto, poi sparisce a bordo della sua Porsche 911, che e’ stata ritrovata venerdi in Inghilterra. Ma di Griffin nessuna traccia.

É ora di risistemare i letti. Due ragazze delle pulizia, rompono la consegna e aprono la porta. Sulle pareti vedono macchie di sangue, grumi, strisce rosse, un tavolo è rovesciato, bottiglie vuote di champagne sparse per terra. E nella vasca del bagno Kinga, nuda. Morta. Nessuna arma da fuoco. Nessun coltello. I gioielli sono ancora al loro posto. I contanti pure.

Alla caccia al playboy-finanziere partecipano la Gendarmeria francese e Scotland Yard. Griffin è  pieno di soldi, di debiti, di donne, di fuoriserie che sono una passione. Ha case sparse nel mondo e il rifugio preferito è una dimora-castello, nella contea del Cheshire, in Inghilterra, in mezzo a un parco, dove però si fa vedere di rado e che sembra abbia deciso di vendere. Valore stimato sei, sette milioni di euro. Gli saranno finiti in malora certi affari, ma il suo patrimonio è rimasto intatto.

Da qualche tempo agli amici andava dicendo di volersi trasferire in Australia. Poi si era appiccicato un soprannome: ”Bond”. Un mistero. È lui il killer della bella e miliardaria Kinga?