Gran Bretagna, genitori fumano troppo: bimbo affidato ad un’altra famiglia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 giugno 2015 20:11 | Ultimo aggiornamento: 1 giugno 2015 20:11
Gran Bretagna, genitori fumano troppo: bimbo affidato ad un'altra famiglia

(Foto d’archivio)

LONDRA – I genitori fumano troppo: un bimbo di due anni e mezzo viene affidato ad un’altra famiglia. E’ la decisione presa, nel Regno Unito, dal giudice Louise Pemberton dopo che gli operatori dei servizi sociali avevano denunciato “nubi di fumo, cicche di sigarette sparse per la casa e condizioni igieniche precarie” nell’appartamento in cui il bimbo viveva insieme ai suoi genitori.

Una ispettrice delle autorità sanitarie, Julie Allen, ha spiegato al tribunale di non aver mai visto in dieci anni di lavoro una condizione simile. Il piccolo ha problemi respiratori ed è costretto ad usare un inalatore. Persino i suoi abiti odorano di fumo. Il padre è risultato anche positivo alla cocaina.

I genitori del bimbo hanno provato a dire che non sempre fumavano in casa e che le condizioni dell’appartamento non erano così malandate come descritte dall’operatrice sociale, ma il giudice non ne ha voluto sapere e ha deciso di affidare il piccolo ad un’altra famiglia.

5 x 1000