Gran Bretagna, in Tribunale la coppia fermata con due valigie: all’interno un corpo smembrato di donna

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 16 Maggio 2020 17:11 | Ultimo aggiornamento: 16 Maggio 2020 17:11
polizia gb foto ansa

Gran Bretagna, in Tribunale la coppia fermata con due valigie: all’interno un corpo smembrato di donna (nella foto Ansa: la Polizia britannica)

ROMA – Una donna di 27 anni è comparsa oggi, sabato 16 maggio, in Tribunale con l’accusa di omicidio in seguito al ritrovamento di resti umani in due valigie (e non una come scritto in precedenza ndr) avvenuto lo scorso 12 maggio in una zona isolata di Coleford nel Gloucestershire inglese.

Si tratta di Gareeca Conita Gordon originaria di Birmingham. Sarebbe lei ad aver ucciso e smembrato il corpo di una donna la cui identità non è ancora nota, e ad aver trasportato il tronco all’interno delle valigie, seppellendo le altri parti del corpo in un’area circostante alla Foresta di Dean sempre nel Gloucestershire.

La donna è apparsa in Tribunale a Cheltenham.

Oltre a lei è stato arrestato Mahesh Sorathiya, un commerciante di 38 anni di Wolverhampton. 

L’uomo è accusato di aver aiutato la Gordon a sbarazzarsi del corpo in cambio di un compenso in denaro.

La conferma della sua partecipazione al delitto è confermata dalla geolocalizzazione dell’auto di Sorathiya sul luogo.

Un portavoce della polizia del Gloucestershire ha dichiarato che ad entrambi è stata rifiutata la cauzione”.

Al momento non è nota l’identità della vittima: gli inquirenti stanno analizzando il dna dei resti trovati nelle valigie e nel bosco. L’unica certezza è che la vittima sembra essere morta molto tempo prima. Sconosciuti anche i motivi che hanno portato Gareeca Conita Gordon a compiere il gesto (fonte: Daily Mail, Gazzetteseries.co.uk).