Gran Bretagna, un "Grande Fratello" al servizio della polizia. Costo: 1,8 mld di sterline

Pubblicato il 14 Giugno 2012 15:09 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2012 15:14

LONDRA, 14 GIU – Il governo spenderà 1,8 miliardi di sterline nei prossimi 10 anni per dare alla polizia, ai servizi di sicurezza e agli ispettori fiscali accesso ai dettagli delle telefonate e delle e-mail dei cittadini.

E' questo il costo di quella che i critici hanno bollato come ''la carta dello spione'', emerso oggi dopo la pubblicazione del controverso disegno di legge. Gli 1,8 miliardi serviranno per equipaggiare i provider di internet e telefono con i dispositivi necessari a conservare i dati per la polizia, l'agenzia contro il crimine organizzato, il fisco e i servizi.

Secondo il ministero dell'Interno, i benefici del progetto potrebbero ammontare a 5 o 6 miliardi di sterline di tasse pagate in più e di beni confiscati alle organizzazioni criminali.

Il piano, ha dichiarato il ministro dell'Interno Theresa May, costerà 180 milioni di sterline l'anno, contro i 14 miliardi che si spendono annualmente per la polizia ma, afferma, sarebbe un'arma chiave nella lotta contro il crimine. ''Questi dati sulle comunicazioni sono essenziali per catturare i criminali. Se non lo facciamo, se non spendiamo questi soldi, cattureremo meno criminali'', ha detto il ministro.

May ha smentito i timori dei gruppi per le libertà civili, secondo i quali la legge sulle comunicazioni inaugurerebbe una nuova epoca di intrusione nella privacy dei cittadini e ha detto: ''e uniche persone che hanno qualcosa da temere da questo sono i criminali''.