Grecia, cortei ad Atene: scontri polizia-studenti

Pubblicato il 6 Dicembre 2010 20:38 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2010 20:38

Ancora scontri tra polizia e dimostranti nel pomeriggio ad Atene, dove lunedì 6 dicembre due diverse manifestazioni hanno ricordato il secondo anniversario dell’uccisione da parte della polizia del 15enne Alexis Grigoropulos.

Dopo che in mattinata alcune centinaia di studenti (circa 3.000 avevano marciato fino al rettorato dell’Università) avevano lanciato sassi e altri oggetti alla polizia, che aveva risposto con i lacrimogeni, questo pomeriggio, nel corso di una manifestazione organizzata da gruppi della sinistra, ci sono stati altri scontri nella centrale via Panepistimiou (via dell’Università). Una fitta nuve di gas lacrimogeno gravava nella zona sorvolata da elicotteri della polizia. Circa 2.000 agenti erano stati schierati nella capitale ellenica, con altri mille pronti ad intervenire. Molti negozi non avevano aperto temendo incidenti.

L’uccisione di Grigoropoulos aveva scatenato settimane di violente proteste ad Atene. L’agente che lo uccise è stato condannato all’ergastolo, e un suo collega a una pesante pena detentiva. Fiori e messaggi sono stati lasciati oggi sotto la targa di marmo che ricorda la morte di Alexis, visitata oggi da centinaia di persone.