“Lista della vergogna”. La Grecia mette online i nomi degli evasori

Pubblicato il 23 Gennaio 2012 14:56 | Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio 2012 15:00

Evangelos Venizelos (Lapresse)

ATENE – Evasori di tutta la Grecia tremate: il governo ha messo in rete la lista “della vergogna”. Lo aveva promesso e alla fine il ministro delle Finanze Evangelos Venizelos lo ha fatto rendendo pubblico l’elenco di oltre 4 mila persone che non hanno i conti a posto con il Fisco.

Sono 170 le pagine del dossier zeppo di nomi e completo anche di volti noti del Paese che devono allo Stato circa 15 miliardi di euro.

Nella lista ci sono esattamente 4.152 voci, rappresentano persone singole o aziende. Fra i vip non mancano anche esempi di cittadini “comuni” che hanno scelto di non dichiarare i loro patrimoni, nascondendo alle casse dello Stato 100 milioni di euro ciascuno.

L’annuncio era stato fatto lo scorso novembre. Il governo aveva lanciato un ultimatum di dieci giorni, “O paghi i debiti entro fine novembre o nomi e cognomi verranno sbattuti su internet”: gli evasori avrebbero potuto autodenunciarsi in quel lasso di tempo fino al 24 novembre. Adesso chi ancora evade è stato sbattuto in rete, anche se questa mossa non garantirà tanta fortuna al governo: spiegano gli esperti che “nel migliore dei casi solo un quinto di queste tasse dovute allo Stato rientrerà concretamente nelle sue tasche”.