Grecia: Papademos trova altri 125 milioni da tagliare

Pubblicato il 18 Febbraio 2012 19:57 | Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio 2012 21:04

ATENE – Il governo greco ha identificato tutti gli altri tagli necessari per ridurre la spesa dello Stato di 325 milioni, come prevede l'accordo con i creditori internazionali per ricevere il secondo pacchetto di aiuti. Lo ha affermato il premier Lucas Papademos nel corso del Consiglio dei ministri di oggi, secondo quanto si evince da una trascrizione dei commenti inviata per email dagli uffici del premier e diffusa dall'agenza Bloomberg. I nuovi tagli ammontano a 125 milioni di euro.

Il governo, ha detto Papademos ai ministri, ha identificato ''una serie di misure aggiuntive per un ammontare di 125 milioni di euro per completare il pacchetto di tagli al budget per 325 milioni''. Le misure, che sono state concordate in linea di principio con il Fmi, l'Unione europea e la Bce porteranno a un taglio permanente della spesa statale e quindi di una riduzione del deficit greco, ha aggiunto Papademos. Le misure verranno presentate all'Eurogruppo di lunedi' 20 febbraio.

Papademos ha anche osservato che se un taglio alle pensioni non potra' essere evitato, ma ha aggiunto che sara' ''piu' mite'' di quanto possa apparire: per coloro che ricevono un assegno di 1.500 euro, per esempio, ci sara' una riduzione del 12% a partire dai 1.300 euro, pari a un taglio di 24 euro. Il primo ministro ha anche riferito che il progetto greco di energia fotovoltaica Helios da 20 miliardi di euro portera' a un aumento degli investimenti e aiutera' Atene a ripagare il debito.