Grecia. Sciopero generale di 24 ore contro le austerity

Pubblicato il 7 Febbraio 2012 9:22 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2012 12:59

ATENE – Un nuovo sciopero generale di 24 ore paralizza oggi tutta la Grecia. L'agitazione e' stata proclamata dai principali sindacati del Paese – la Gsee (che raggruppa i lavoratori del settore privato), l'Adedy (che rappresenta i dipendenti del settore pubblico), e il Pame (quello vicino al Partito Comunista) – in segno di protesta contro l'accordo che, secondo prime indicazioni, sarebbe stato raggiunto fra il governo greco e i rappresentati della troika (Fm, Ue e Bce).

"Quello che succede", ha detto alla radio Realfm 97,8 il presidente della Gsee, Giannis Panagopoulos, "non e' una trattativa ma la cronaca di una morte preannunciata, un ricatto sociale crudele perche' un intero popolo viene comunque minacciato di poverta' ".

Allo sciopero generale aderiscono i dipendenti del settore pubblico e quelli delle imprese a partecipazione statale, i dipendenti del settore della sanita' e della pubblica istruzione. Oggi rimarranno chiusi anche i tribunali, le banche e le sedi delle Autonomie locali.

Le navi e i traghetti resteranno attraccati nei porti per effetto dello sciopero di 24 ore proclamato dalla Federazione Nazionale Lavoratori Marittimi e quindi non vi saranno collegamenti da e per le isole. Nella capitale sono previste due manifestazioni, con la consueta marcia di protesta fino alla centralissima Piazza Syntagma, davanti al Parlamento.