Hai una Volkswagen? Cosa devi sapere: multe, richiami…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Settembre 2015 13:14 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2015 13:15
Hai una Volkswagen? Cosa devi sapere: multe, richiami...

Hai una Volkswagen? Cosa devi sapere: multe, richiami… (LaPresse)

ROMA – Il grande imputato dello scandalo emissioni che sta travolgendo la Volkswagen è il motore diesel 2.0 TDi “common rail”, ovvero EA 189. Conosciuto il colpevole, restano tante cose da sapere per fare chiarezza. Ecco un elenco con le FAQ più importanti stilato da MotorLife.it.

Il motore è pericoloso?

No: complice il software presente su Golf e Jetta testate negli Stati Uniti, si è scoperto che il motore ‘barava’ sulle emissioni ma non comporta rischi per chi guida una macchina che lo monta. In sostanza, se siete al volante di uno dei modelli incriminati, consumate e inquinate più del previsto ma, oltre a ciò, non correte pericoli.

 

Cosa devo fare se guido una macchina con il motore ‘incriminato’?

Al momento Volkswagen (né le altre case del gruppo che utlizzano lo stesso motore, ovvero Audi, Skoda e Seat) hanno comunicato novità. Spetta comunque all’azienda produttrice ‘richiamare’ la macchina per un’eventuale modifica della centralina.

Mi possono multare se la mia macchina ha il 2.0 Tdi Ea 189?

No, non ci sono sanzioni previste per l’automobilista. Diverso il discorso per la Volkswagen, che rischia una sanzione di oltre 18 milioni di dollari dalle autorità americane.

Ho diritto ad un indennizzo in caso di richiamo?

No: la casa dovrà revisionare gratuitamente l’auto che monta il motore ‘incriminato’ ma non sono previsti indennizzi. Non è da escludere però che Codacons o Associazioni di consumatori possano organizzare class action per richieste di danni: negli Stati Uniti sta già accadendo.

Potrebbero sequestrarmi la macchina?

Al momento sembra un’ipotesi remota. Il Ministro dei trasporti italiano ha avviato un’indagine sul caso e il ministro Gian Luca Galletti ha chiesto informazioni sulle vetture motorizzate con l’EA 189 nel Belpaese. Lo stesso galletti ha affermato pure che “bisogna valutare lo stop delle vendite e il ritiro delle vetture” in caso di dati alterati anche sul nostro mercato. Però, come anticipato, sembra davvero un’ipotesi remota.