Harry e Meghan “liberi”, la Regina Elisabetta cede. Ma senza un penny degli inglesi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Gennaio 2020 11:25 | Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2020 11:25
Harry e Meghan "liberi", la Regina Elisabetta cede. Ma senza un penny degli inglesi

I duchi di Sussex Harry e Meghan con la Regina Elisabetta (Ansa)

ROMA – Harry e Meghan hanno strappato il via libera della Regina Elisabetta – e degli eredi al trono Carlo e William – al primo passo sulla strada della loro emancipazione dalla famiglia reale. Una nuova vita a cavallo fra il Regno Unito e il Nord America sganciata da gran parte degli obblighi e dei paletti di corte. Certo, senza più appannaggio reale. Ma con la possibilità (e l’ambizione) di rendersi gradualmente indipendenti sul piano finanziario.

E trasformarsi in un marchio globale – Sussex Royal – in grado di alimentare nei loro auspici introiti, affari, successo e beneficenza. Le loro facce sorridenti sono peraltro già state stampate su innumerevoli gadget (un centinaio di prodotti, dalle tazze alle penne alle t-shirt).

La Regina insomma ha ceduto alla volontà dei coniugi ribelli. Ha preteso, tuttavia, due cose importanti. Fare presto e concludere velocemente i difficili negoziati di uscita: il periodo di transizione dovrà durare poco, ogni singolo dettaglio discusso e risolto. Secondo: in prospettiva, nemmeno un penny dei contribuenti inglesi. Il che coincide con la volontà (più esibita che sostanziale) di Harry e Meghan. 

I quali vogliono rendersi autonomi dal marchio reale vissuto al momento come una gabbia. Ma la fortuna mediatica accumulata da quel marchio dipende, non da altro. C’è per esempio il capitolo sicurezza. Chi si occuperà della loro incolumità? Chi ne sosterrà i costi? Secondo la legge britannica è Scotland Yard che deve farsene carico. Secondo l’Evening Standard il premier Justin Trudeau avrebbe già assicurato la coppia che sarà lo stato canadese a garantirla.

Riassumendo. I due duchi cadetti hanno da ora la piena libertà di trascorrere anche mesi in Canada, dove Meghan ha peraltro già traslocato con Archie. Non saranno più membri senior della famiglia reale, ma ne resteranno part time. Non riceveranno più la quota di appannaggio finanziato direttamente dai contribuenti britannici. E avranno modo di provare a mettersi in proprio, fra utilizzo della loro immagine, raccolte di fondi, attività commerciali e promozionali varie, discorsi, iniziative editoriali, passaggi in tv. Una ditta autonoma all’interno della ditta più antica d’Europa. (fonti Ansa e Evening Standard)