Il cavallo George ucciso in una notte di luna piena. Forse un rito satanico

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 ottobre 2014 12:34 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2014 12:34
Il cavallo George ucciso in una notte di luna piena. Forse un rito satanico

Zoe Walker col suo cavallo George

LONDRA – Lo hanno trovato disteso e agonizzante in un campo, in una notte di luna piena, impigliato ai fili di una recinzione elettrica: i cavi stretti sei volte tra la zampa anteriore sinistra e quella posteriore sinistra, hanno bloccato l’afflusso di sangue e George, splendido cavallo di due anni, ha sofferto una lunga agonia prima di esalare il suo ultimo respiro.

Per la padrona Zoe Walker, George sarebbe stato vittima di un rito satanico, come altri ce ne sono stati nella zona. La luna piena e il numero sospetto (sei come il numero del Diavolo) di giri che il cavo ha fatto “strangolando” gli arti dello stallone, ne sarebbero la prova.

George non sarebbe la prima vittima. Recentemente infatti si sono verificati numerosi attacchi ai danni di animali in Cornovaglia. Tutti nelle notti di luna piena. Lo scorso anno, a luglio, un pony è stato orribilmente mutilato e i suoi resti sono stati trovati al centro di un anello di fuoco a Yennadon Down, nel parco nazionale di Devon.

La signora Walker ha chiesto alla polizia di indagare su questa linea investigativa ma gli indizi che farebbero pensare a un rito pagano sono decisamente scarsi nel caso di George. Non è stato attaccato con coltelli, martelli o altri oggetti contundenti. Più probabile, secondo la polizia, che si sia trattato di un tragico incidente.