L’Europa bacchetta la Francia di Sarkozy: “Basta respingimenti, non lo può fare”

Pubblicato il 1 Aprile 2011 12:45 | Ultimo aggiornamento: 1 Aprile 2011 16:09

BRUXELLES – La commissaria Ue agli affari interni Cecilia Malmstrom ha bacchettato la Francia di Nicolas Sarkozy sui respingimenti alle sue frontiere. Secondo la commissaria, la Francia non può agire in questo modo in quanto i confini nello spazio di libera circolazione di Schenghen non esistono più. La Malmstrom ha auspicato una soluzione bilaterale tra Francia e Italia.

L’Unione europea è pronta a sostenere con misure ulteriori l’Italia per gestire l’emergenza di Lampedusa e in particolare il rimpatrio degli immigrati illegali in Tunisia. ha assicurato la commissaria Ue agli affari interni Cecilia Malmstrom a Bruxelles, che ha riferito sui risultati della sua missione in Tunisia.

”Siamo in Schengen, quindi non è possibile, né desiderabile che ci siano delle frontiere” tra Francia e Italia, ha detto la Commissaria europea, aggiungendo di ”essere cosciente del problema” del ‘muro’ che le autorita’ francesi hanno elevato alla frontiera per intercettare e respingere in Italia i migranti nordafricani.

”Spero che si troverà una soluzione bilaterale – ha aggiunto Malmstrom – Se ci sara’ davvero che c’è un problema di sicurezza alla frontiera ci si dovrà rivolgere alla Commissione che affronterà la questione. Ma in questo momento sono le autorità francesi ed italiane che hanno contatti bilaterali. Finora nessuno si è rivolto alla Commissione”.

La Commissaria ha aggiunto se ci dovesse ”essere difficolta”’ nel rapporto bilaterale, ”la Commissione potrà rendersi utile” per favorire il dialogo. La Commissaria ha poi precisato che, ”non essendoci frontiere, le autorità francesi non possono fare controlli e non sono autorizzate a respingere” verso l’Italia i migranti che cercano di entrare in Francia.

Frattini: Francia cambi condotta. ”Abbiamo registrato con soddisfazione un passo dell’Ue, con il commissario Malmstrom che ha ricordato alla Francia quali siano gli obblighi di solidarieta’ europea. Ci auguriamo che la Francia cambiera’ atteggiamento”. Il ministro degli Esteri Franco Frattini risponde cosi’ ad alcune domande in merito alle tensioni con Parigi sul fronte dell’immigrazione.