Immigrazione Mediterraneo. Annuncio Onu, oltre 100 mila sbarchi da gennaio

Pubblicato il 9 Giugno 2015 15:05 | Ultimo aggiornamento: 9 Giugno 2015 15:05
Migranti nel Mediterraneo

Migranti nel Mediterraneo

SVIZZERA, GINEVRA – Gli sbarchi nel Mediterraneo hanno superato quota 100 mila: dall’inizio del 2015, circa 103.000 persone sono arrivate via mare essenzialmente in Italia (54.000) e in Grecia (48.000). Lo annuncia a Ginevra l’Alto Commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr). L’Organizzazione Internazionale delle Immigrazioni (Oim) stima che la maggior parte dei migranti arrivati in Italia sono partiti dalla Libia.

Durante il solo ultimo fine settimana, circa 6 mila migranti e rifugiati sono giunti nel sud dell’Italia dopo una vasta operazione di salvataggio in mare. E nelle isole greche, giungono in media circa 600 rifugiati al giorno, in maggioranza in fuga da Siria, Afghanistan e Iraq. L’Unhcr – ha detto il portavoce Adrian Edwards – sta aumentando la propria presenza e le attività in Grecia e nel sud dell’Italia.

Stando agli ultimi dati dell’Unhcr, sono arrivati 103.000 rifugiati e migranti in Europa attraverso il Mediterraneo nel 2015: 54.000 in Italia, 48.000 in Grecia, 91 a Malta e 920 in Spagna. L’Oim ha sottolineato che i migranti arrivati in Italia nel 2015 sono partiti quasi esclusivamente dalla Libia e che le principali nazionalità delle persone giunte sono quelle eritrea, somala, nigeriana e siriana.

Per la Grecia la maggioranza delle persone sono partite dalla Turchia. L’Oim ha rilevato che il dato globale degli arrivi è lievemente superiore a quello per lo stesso periodo dell’anno scorso. Secondo le stime dell’organizzazione, infine, finora quest’anno Guardia Costiera italiana, Marina Militare e Guardia di Finanza hanno tratto in salvo oltre 28.500 persone.