Incendi in Grecia, il governo: “Colpa dei piromani, abbiamo le prove”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 luglio 2018 12:13 | Ultimo aggiornamento: 27 luglio 2018 12:42
grecia incendi pimormani

Incendi in Grecia, il governo: “Colpa dei piromani, abbiamo le prove”

ROMA – “Abbiamo raccolto gravi indizi che è stato un incendio doloso”. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] A parlare è il viceministro della protezione civile greca, Nikos Toskas.

Il tragico epilogo degli incendi che hanno sconvolto l’Attica il 23 luglio, e hanno ucciso 86 persone, secondo il portavoce del governo, non è stato responsabilità di una cattiva gestione dell’emergenza. No, il disastro è dovuto “a mano umana e alle instabili condizioni atmosferiche”, con il vento a 120 chilometri all’ora, che è girato in pochi minuti e ha impedito di prevedere il disastro di Mati, il paese sulla costa Est cancellato dalle fiamme.

Nikos Tsoskas ha mostrato ai giornalisti foto satellitari con le prove che c’è la mano di un criminale a Daou Penteli, il luogo in cui è iniziato il fuoco vicino a Mati. Già, ma in 20 minuti c’era comunque il tempo di reagire, dicono i residenti. “I nostri uomini erano tutti altrove, a Kineta, nell’altro rogo a Ovest – ribatte Sotiris Terzoudis, responsabile dei Vigili del Fuoco – rifarei tutto allo stesso modo”.