Incendi in Russia, economia in ginocchio: perdite per oltre 150 miliardi di rubli

Pubblicato il 5 agosto 2010 14:27 | Ultimo aggiornamento: 5 agosto 2010 14:27

incendi russiaGli incendi che stanno devastando la Russia hanno causato gravi perdite economiche per il Paese: si stima che siano stati spesi 150 miliardi di rubli. Le temperature si sono mantenute alte in maniera anomala nella parte centrale della Russia per più di un mese. Questa bizzarria climatica ha fatto guadagnare i fornitori di bevande analcoliche, i gelatai e i venditori di condizionatori e ventilatori.

Per il resto, come detto, ci sono state solo perdite. Una siccità così prolungata è disastrosa per l’economia. Il giornale Kp ha fatto un calcolo preliminar: la perdita più importante riguarda il settore dell’agricoltura. C’è una situazione di grave emergenze in 27 regioni in cui sono coltivati i cereali. In ognuna di queste la siccità ha distrutto una parte significativa della coltura. Secondo stime approssimative, i contadini russi avrebbero perso oltre 100 miliardi di rubli. Il governo ha promesso di aiutarli, con la concessione di sovvenzioni e rinnovi di prestiti ergoati in precedenza.

L’altro elemento che ha messo in ginocchio il Paese sono gli incendi boschivi. Secondo l’Agenzia delle foreste, i danni totali provocati dal fuoco possono essere stimati attorno ai 40 miliardi di rubli. Questo include il costo per lo spegnimento degli incendi e il valore dei terreni andati in fiamme.