Sfregia infermiera con acido e la uccide. Condannato, urla al giudice: “Fo*** fratello”

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 agosto 2018 5:16 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2018 19:43
Sfregia infermiera con acido e la uccide. Condannato, urla al giudice: "Fo*** fratello"

Sfregia infermiera con acido e la uccide. Condannato, urla al giudice: “Fo*** fratello”

LONDRA – Nel Regno Unito, il 19enne Xeneral Webster, responsabile della morte di Joanne Rand dopo essere rimasta sfregiata dall’acido, è stato condannato a 17 anni di prigione per omicidio colposo, al momento della sentenza al giudice ha urlato “fottiti fratello”. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]

Webster ha ammesso di essere responsabile della morte dell’infermiera lanciandole, seppure involontariamente, acido sul viso e altre parti del corpo durante un litigio per motivi di droga con Saqib Hussain avvenuto a Frogmoor, High Wycombe, il 3 giugno 2017. Ma mentre veniva letta la durata della pena detentiva, al giudice ha urlato: “Quando sarò fuori di qui probabilmente sarete tutti morti. Fottiti fratello”, scrive il Daily Mail.

Al momento dell’attacco con l’acido la Rand, 47 anni, era seduta da sola su una panchina dopo aver visitato la tomba di sua figlia; Webster stava discutendo a una distanza di circa 12 mt con Hussain, ha preso una bottiglia di acido dalla borsa e l’altro ha cercato di farla cadere, ma la sostanza corrosiva è finita sul corpo della Rand. L’infermiera è deceduta undici giorni dopo per setticemia dovuta alle ustioni procurate dall’acido.

Jacqueline Joiner, sorella della vittima, in tribunale ha detto: “Questi attacchi con l’acido vanno fermati, le persone non solo restano traumatizzate e sfigurate a vita ma rischiano anche la morte”. In tribunale è emerso che non era la prima volta che Webster andava in giro armato di acido e che lui stesso è stato una vittima, sul suo volto sono ben visibili i segni.