Inghilterra, focolaio legato a un pub. In centinaia richiamati per il tampone

di Caterina Galloni
Pubblicato il 31 Luglio 2020 7:36 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2020 16:43
Inghilterra, foto d'archivio Ansa di un pub

Inghilterra, focolaio legato a un pub. Centinaia richiamati per il tampone (foto Ansa)

Inghilterra, focolaio legato a un pub. Centinaia richiamati per il tampone.

A Stone, Staffordshire, centinaia di persone si sono sottoposte a tampone in seguito a un focolaio collegato a un pub locale in cui sono state contagiate dieci persone.

Secondo quanto pubblicato dal Daily Mail, in alcuni filmati si vedono nel pub circa 200 clienti stipati “come sardine” in palese violazione della misura sul distanziamento sociale.

Ai clienti e al personale che si trovava nella birreria Crown and Anchor tra il 16 e il 18 luglio, è stato detto di sottoporsi urgentemente al tampone, così come chiunque sia entrato in stretto contatto con loro.

Sembra che un cliente del pub, risultato positivo, abbia tenuto una festa privata provocando ulteriori contagi.

Da domenica scorsa, nello Staffordshire ci sono stati 43 nuovi casi di COVID-19. Ayrron Robinson, residente a Stone, all’inizio di luglio ha girato un video in cui si vedono delle persone stipate nel pub e ha commentato:

“Se dovremo tornare di nuovo in lockdown, il pub avrà molto di cui rispondere”.

Il primo ministro Boris Johnson teme che in Gran Bretagna, nel giro di quindici giorni possa esserci una seconda ondata di contagi.

A Oldham in seguito a un enorme picco di casi, sono state introdotte ulteriori restrizioni con un nuovo lockdown locale.

Nel Regno Unito, sebbene il numero di casi nazionali sia relativamente basso, dalla scorsa settimana, per la prima volta dal picco di aprile, sono stati registrati quotidianamente degli aumenti di contagi.

Rispetto a tre settimane fa, la media di sette giorni è pari a circa 700, il 28% in più. (Fonte: Daily Mail).