Inghilterra, tonnellate di chewingum rubate: in Romania è moneta sonante

Pubblicato il 27 Febbraio 2012 12:41 | Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio 2012 12:41

ROMA – Stranezze della crisi economica: in Gran Bretagna vanno letteralmente a ruba le confezioni di chewingum nei supermercati, perché in paesi come Romania e Moldavia, essendo utilizzate le gomme e le caramelle per dare il resto, una montagna di cicche possono diventare valuta sonante, meglio che stampare falsa monteta. Ne rubano a pacchi, a tonnellate negli spacci e i drugstore dello Yorkshire: a Scotland Yard è servito uno Sherlock Holmes della finanza per capire come mai gang specializzate prendessero d’assalto il reparto dolciumi dei minimarket. L’arresto di un paio di taccheggiatori all’ingrosso di origine rumena ha fatto scoprire l’arcano.

Quelle gomme costituiscono un patrimonio potenziale enorme, se impiegato nei negozi di Bucarest, Timisoara, o di Chisinau. L’ambasciata di Romania nega sdegnata un traffico simile, ma nessuno è in grado di giustificare altrimenti l’impennata di furti. I committenti non possono essere lobbies organizzate di ragazzini terribili e golosi. Gli inglesi sono stufi e promettono sanzioni esemplari per stroncare il fenomeno. Intanto Constantin Barbu, 31 anni e Bogan Constantin Panait di 23, si sono fatti 7 giorni di prigione. Fanno parte di una rete criminale, non sono semplice “shoplifters” di innocue gomme da masticare. Adesso si capisce meglio l’appello del famoso gruppo degli Smiths che negli anni ’80 cantavano “shoplifters of the world, unite and take over”, taccheggiatori del mondo unitevi e prendete il controllo.