Gb, intesta la casa a suo figlio che però lo sbatte fuori

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 luglio 2018 6:24 | Ultimo aggiornamento: 10 luglio 2018 17:30
casa figlio

Gb, intesta la casa a suo figlio che però lo sbatte fuori

LONDRA – E’ la storia del 76enne Neville Paull ma potrebbe riguardare molti genitori che intestano la proprietà ai figli e poi vengono sbattuti fuori dall’abitazione senza troppi scrupoli. E’ quanto accaduto a Paull che nei primi anni ’90 [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] aveva comprato la casa dei suoi sogni a St Albans, nel Regno Unito, con tanti sacrifici e si è ritrovato a condurre una dura battaglia legale contro l’avido, e a detta del padre fannullone, figlio Bradley di 52 anni.

Otto anni fa, Paull intestò la proprietà, che ora vale circa 650.000 sterline, a Bradley che ora ha invitato il padre e la partner gravemente disabile, a sloggiare, sostenendo che “ne ha bisogno per uso personale”, scrive il Daily Mail. Il 76enne ha chiesto al giudice Timothy Bowles di annullare il passaggio di proprietà e di restituirgli la casa e inoltre accusa Bradley di essere interessato solo ai soldi.

Ma il figlio non intende cedere, dichiara che l’idea di intestargli l’abitazione è stata del padre che non è una “pecora” e non è stato “sfruttato”, anzi aveva offerto 100.000 sterline affinché il padre si trasferisse.

Il fatto che Paull avesse intestato la casa al figlio Bradley fino a poco tempo era stato tenuto nascosto agli altri 3 figli adottivi; in particolare una è rimasta sconvolta dalla notizia ed è stata risoluta “nell’aiutare il padre a presentare la richiesta di annullamento”.

Sembra che Paull abbia intestato la casa a Bradley affinché non la ereditassero i figli adottivi ma potrebbe anche essere stato preoccupato per la tassa di successione, per il rischio che le tasse successive incidessero sul valore dell’abitazione.