Ipovedente e il suo cane cacciati dal supermercato: “E’ poco igenico” VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 ottobre 2018 16:24 | Ultimo aggiornamento: 10 ottobre 2018 16:24
ipovedente supermercato

Ipovedente e il suo cane cacciati dal supermercato: “E’ poco igenico”

MARSIGLIA – Polemica a Marsiglia, in Francia, dove un ipovedente di 25 anni è stato cacciato da un supermercato per essere entrato col suo cane guida. “Non è igienico, esci immediatamente”, gli è stato detto dal commesso di turno.

La vittima ha scritto un post su Facebook di protesta che non è passato inosservato. Il video, come riporta LeParisien, è stato girato da un cliente del supermercato Monoprix di Marsiglia. Le immagini sono eloquenti e mostrano anche un addetto alla sicurezza che tiene il cane al guinzaglio e porta via il ragazzo dal locale. Arthur, questo il nome del giovane, si rifiuta di uscire e mostra anche un certificato che gli permette di andare in luoghi pubblici con il suo cane guida. Una scena assurda a cui i clienti del supermercato hanno assistito senza poter fare niente. 

”Ti capisco, però ci sono delle severe regole di igiene che dobbiamo far rispettare – ha detto il responsabile del supermercato all’uomo – Non possiamo accettare il suo cane, quindi adesso dovete dovete uscire”. Il giovane ha denunciato l’accaduto su Facebook e il suo post è diventato virale. ”Per oltre 30 anni, la legge francese ha permesso ai cani guida di accompagnare persone ipovedenti ovunque”, ha scritto il ragazzo ipovedente dopo essere stato allontanato dal locale commerciale. 

“Sfortunatamente, anche oggi, è avvenuto un incidente di questo tipo, non è un caso isolato. – ha scritto ancora il ragazzo sul suo post Facebook – Loya (il nome del cane ndr) mi dà tanta gioia e autonomia, che non cambierei mai con un bastone. Insieme, vogliamo cambiare questi comportamenti”. Il post del ragazzo è diventato virale sui social e tantissime persone hanno denunciato il fatto e criticando aspramente il comportamento del dipendente. 

E qualche ora dopo sono arrivate le scuse social del market incriminato, Monoprix: “Condanniamo l’episodio e ci scusiamo per quanto è successo”. ”Ci scusiamo per questo incidente, così come ha fatto il direttore del negozio che ha visto il giovane quel pomeriggio per scusarsi lui stesso. Se per ragioni sanitarie, gli animali non sono accettati nei nostri negozi, le guide dei non vedenti sono ovviamente un’eccezione”, si legge sull’account Twitter di Monoprix.