Irlanda del Nord, insegnanti a corsi di autodifesa: troppi studenti e genitori “bulli”

Pubblicato il 30 Marzo 2010 11:10 | Ultimo aggiornamento: 30 Marzo 2010 11:24

Insegnati di scuole elementari e secondarie nell’Irlanda del nord si stanno iscrivendo a lezioni di autodifesa per proteggersi dagli attacchi -sempre più frequenti- da parte di allievi e genitori violenti. Lo ha affermato il direttore del Sindacato insegnanti dell’Irlanda del Nord, Mark Langhammer, dopo che la sua organizzazione ha pubblicato una ricerca sulla violenza sul posto di lavoro nel Regno Unito, in cui risulta che un quarto degli insegnanti è stato vittima di una qualche forma di violenza sul posto di lavoro.

Il ministro dell’Istruzione dell’Irlanda del Nord ha creato un gruppo di lavoro per combattere la violenza all’interno delle scuole, in cui a ogni insegnante verrà domandato se sia mai stato minacciato o fisicamente aggredito dai loro allievi o da un parente dei loro allievi, e in cui tutti i casi verranno segnati ed esaminati individualmente. Intanto sempre più insegnanti si stanno iscrivendo a corsi di autodifesa, per potersi difendere da alcuni studenti che rappresentano un vero e proprio pericolo. In un’intervista con la stampa britannica riferita oggi dalla Bbc online, il signor Langhammer ha affermato che «non c’è dubbio che le nostre aule siano più minacciate di un tempo, e bisogna porre fine a questa drammatica realtà».