Un uomo accusa Jimmy Savile: “Da bambino mi molestò dopo un suo show”

Pubblicato il 16 Ottobre 2012 17:35 | Ultimo aggiornamento: 16 Ottobre 2012 17:35

Jimmy Savile

LONDRA – Piovono accuse pesanti su Jimmy Savile, popolarissimo dj e presentatore nella Gran Bretagna degli anni 70 morto un anno fa. Un uomo di 45 anni, scrive il tabloid Daily Mail, racconta di essere stato aggredito sessualmente quando era solo un bambino di nove anni da Jimmy Savile dopo essere comparso in uno spettacolo con la star televisiva.

Kevin Cook, è questo il suo nome, sarebbe così la più giovane presunta vittima del presentatore. Cook ha detto che è stato attirato in un camerino con la promessa di ricevere un distintivo “Jim’ll Fix It” dopo essere comparso sul programma. Il 45enne, ora sposato e padre di due figli, ha detto che Savile gli chiese se era pronto a ‘guadagnare il badge’ e che subito dopo lo avrebbe molestato spronandolo a toccargli le parti intime attraverso i pantaloni.

In questi stessi giorni anche il fratello di Jimmy, Johnny, è accusato di reati simili. L’uomo, racconta sempre il Daily Mail, è stato accusato di aver violentato una paziente in un ospedale psichiatrico nel 1970. Johnny ha perso il suo lavoro all’ospedale di Londra a causa di un ‘depravato gioco sessuale’. Una donna, che si ritiene essere una ex-paziente della struttura, ha detto di essere stata vittima di una tentata violenza sessuale.