John Le Carré morto a 89 anni (non di Covid), addio al maestro dei romanzi di spionaggio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Dicembre 2020 8:31 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2020 8:31
John Le Carré morto a 89 anni (non di Covid), addio al maestro dei romanzi di spionaggio

John Le Carré morto a 89 anni (non di Covid), addio al maestro dei romanzi di spionaggio (Foto Ansa)

E’ morto John Le Carré, il maestro britannico dei romanzi di spionaggio. Lo ha annunciato il suo agente. “E’ con grande tristezza che devo annunciare che David Cornwell, noto al mondo come John Le Carrè, è morto sabato 12 dicembre 2020 ,dopo una breve malattia (non legata al Covid-19), in Cornovaglia”.

John Le Carré aveva 89 anni. “I nostri pensieri vanno ai suoi quattro figli, alle loro famiglie e alla sua cara moglie Jane”, ha detto il suo agente Jonny Geller.

La vita e i romanzi di John Le Carré

Pseudonimo dello scrittore inglese David J. M. Cornwell, Jonh Le Carré, nato a Poole, nel 1931, ha insegnato all’università di Eton, prima di diventare un funzionario del ministero degli Esteri britannico ed essere reclutato dai servizi segreti (MI6). Da questa esperienza è nato, nel 1961, il personaggio dell’agente segreto George Smiley, protagonista di molti suoi romanzi.

A consacrarlo all’attenzione internazionale è stato “La spia che venne dal freddo” (1963). Tra le sue opere più celebri, “La talpa”, “L’onorevole scolaro”, “Tutti gli uomini di Smiley”, “Chiamata per il morto”, “La casa Russia”. Tra le più recenti, “Un passato da spia” e “La spia che corre sul campo”. (Fonti Ansa e Daily Mail).