Julen, l’autopsia sul corpo del bimbo: “Morto lo stesso giorno della caduta nel pozzo”

Pubblicato il 27 gennaio 2019 8:33 | Ultimo aggiornamento: 27 gennaio 2019 8:39
Julen, l'autopsia sul corpo del bimbo: "Morto lo stesso giorno della caduta nel pozzo"

Julen, l’autopsia sul corpo del bimbo: “Morto lo stesso giorno della caduta nel pozzo”

MALAGA – “E’ morto lo stesso giorno della caduta nel pozzo”. Questo emerge dall’autopsia eseguita sul corpicino del piccolo Julen, il bimbo precipitato nel pozzo in Spagna. Hanno provato a tirarlo fuori per 13 giorni, ma la caduta è stata da un’altezza di 71 metri, quindi il piccolo è morto sul colpo. A rivelarlo l’autopsia effettuata all’Istituto di Medicina Legale di Malaga sul cadavere del bambino la cui sorte ha tenuto con il fiato sospeso il mondo.

Sul corpo di Julen è stato riscontrato un “trauma-encefalico importante” e “molteplici traumi compatibili con la caduta”. Il bambino è stato trovato con le braccia rivolte verso l’alto “è precipitato rapidamente in caduta libera per 71 metri” ha fatto sapere il delegato del governo spagnolo Rodriguez Gomez de Celis. I funerali si svolgeranno a El Palo, dove Julen viveva con i genitori. Il comune di Malaga ha proclamato tre giorni di lutto.

Il bimbo di due anni era caduto in un pozzo lo scorso 13 gennaio nel sud della Spagna, a Totalan, vicino a Malaga, quando è stato raggiunto dai soccorritori era ormai morto. I soccorritori hanno trovato il suo corpicino senza vita all’1:25 di sabato 26 gennaio, ha reso noto un rappresentante del governo dell’Andalusia, Alfonso Gomez de Celis, via Twitter.