Cronaca Europa

Kim Kardashian, rapina a Parigi, nuovi dettagli: “Avevo solo accappatoio e…”

Kim Kardashian, rapina a Parigi, nuovi dettagli: "Avevo solo accappatoio e..."

Kim Kardashian, rapina a Parigi, nuovi dettagli: “Avevo solo accappatoio e…” (foto d’archivio Ansa)

PARIGI – Trapelano nuovi dettagli sul sequestro e la rapina di Kim Kardashian a Parigi: alla polizia, la star avrebbe detto che “ero nuda, indossavo soltanto l’accappatoio e mi hanno spinto sul letto”.

La Kardashian ha descritto il momento in cui è stata rapinata di gioielli per un valore che supera i 9 milioni di euro. La 36enne star dei reality americani, agli agenti ha riferito di aver “sentito un rumore alla porta” e aver “gridato” ma nessuno aveva risposto.

Ha descritto come i criminali, mascherati, l’hanno afferrata e condotta fuori, all’ingresso della suite dell’esclusivo hôtel particulier de Pourtalès, un palazzo chiuso al pubblico.

“Ero in un accappatoio, nuda, siamo tornati in camera e mi hanno spinto sul letto”, riporta il Daily Mail. La dichiarazione arriva dopo che i nomi dei presunti rapinatori, una banda composta da un 73enne e altri rapinatori marocchini e nomadi, sono stati resi pubblici e la Kardashian è disposta a recarsi in Francia per testimoniare.

Quando il 3 ottobre dello scorso anno, la star fu interrogata per un’ora dopo la rapina, era in stato di grave shock.
Meno di due ore prima, infatti, cinque uomini avevano fatto irruzione nella sua camera d’albergo a Parigi, dove dormiva da sola.

Riferendosi ai ladri, la Kardashian ha detto:”Erano incappucciati, uno aveva un passamontagna, era alto circa 1,80 m e un altro indossava un berretto, un’uniforme della polizia, alto circa 1,70″.

Aomar Ait Khedache, un 60enne soprannominato “vecchio Omar” e Didier Dubreucq, 60, noto come “occhi blu” sono stati arrestati con l’accusa di rapina.

Riferendosi a uno degli uomini, la Kardashian ha detto:”Aveva un forte accento francese e mi ha chiesto l’anello (in inglese), guardando quello che avevo sul comodino del valore di 4 milioni di dollari”.

Nonostante le ripetute richieste dell’anello di fidanzamento con diamante, la star aveva detto ai ladri che “non sapeva” dove fosse ma per tutta risposta, un componente della banda ha tirato fuori una pistola: a quel punto “gli ho mostrato l’anello”.

“Aveva i guanti, mi ha chiesto dove si trovassero gioielli e denaro. Mi ha afferrato, portato all’ingresso: ero nuda, indossavo solo l’accappatoio”, ha riferito la star e aggiunto: “Siamo tornati in camera da letto e mi hanno spinto sul letto. A quel punto mi hanno legato, tappato la bocca e portato in bagno, più precisamente nella vasca”.

La Kardashian ha fatto un elenco dei gioielli il cui valore ammonta, come detto, a più di 9 milioni di euro. Alla domanda se avrebbe riconosciuto gli aggressori ha detto:”Forse il più basso, ma non sono sicura”.

Aomar Ait Khedache e Didier Dubreucq sono stati accusati di rapina a mano armata, sequestro di persona e associazione a delinquere. Ait Khedache pare abbia ammesso il suo coinvolgimento nella rapina: il suo DNA sarebbe stato trovato sul nastro utilizzato per legare i polsi della Kardashian.

Suo figlio, Harminy Ait Khedache, 27 anni, è uno degli altri otto uomini accusati; ci sono Pierre Bouainère, un 72enne che alle spalle ha una presunta carriera da gangster e Christiane, 70 anni di cui si conosce solo il nome, compagna di Aomar Ait Khedache.

Secondo fonti giudiziarie, Yunice Abas, 63 anni, ha ammesso il suo coinvolgimento, pare abbia lasciato cadere in terra un ciondolo mentre, dopo la rapina, con gli altri componenti della banda, scappava a bordo di una bicicletta.

To Top