La Spagna si spacca sulla Corrida, Madrid la dichiara “bene culturale”

Pubblicato il 4 Marzo 2010 17:20 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2010 17:28

Il governo la vuole abolire, Madrid la dichiara “bene di interesse culturale”. La Corrida divide la Spagna. La misura della Regione di Madrid, governata dal Partido Popular e presieduta dalla ‘dama di ferro’ del Pp Esperanza Aguirre, è stata annunciata dal vicepresidente della Comunità Ignacio Gonzalez, confermando che la misura decisa dalla regione della capitale «è collegata» al dibattito in corso in Catalogna.

Il parlamento regionale di Barcellona deve decidere entro l’estate se abolire o meno la corrida in Catalogna. Una serie di audizioni parlamentari è in corso da ieri con esperti e testimonial del mondo ‘taurino’ e del fronte abolizionista. Il vicepresidente della comunità di Madrid ha definito «assurde» le dichiarazioni di sostenitori della abolizione che davanti al parlamento catalano hanno condannato la corrida come «una tortura» e hanno tracciato un parallelo con le mutilazioni genitali subite dalle donne in alcune aree dell’Africa.