Londra, diffondono gas lacrimogeni in metropolitana. Caccia a due uomini

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Luglio 2019 13:33 | Ultimo aggiornamento: 20 Luglio 2019 17:58
Le immagini delle telecamere di sicurezza che hanno immortalato i due ricercati

Le immagini delle telecamere di sicurezza che hanno immortalato i due ricercati. Il tweet della British Transport Police.

ROMA – Attimi di paura sono stati vissuti la mattina del 20 luglio nella metropolitana di Londra, dove due uomini hanno rilasciato del gas lacrimogeno in un vagone della metro. Nessuna allerta terrorismo, il gas sarebbe stato spruzzato al culmine di una rissa, probabilmente tra passeggeri alticci. 

L’episodio è avvenuto in prossimità della centralissima Oxford Circus, nel cuore turistico della capitale britannica, poco dopo le 9 locali. Chi era a bordo ha descritto momenti di panico, fra accessi di tosse e difficoltà di respirazione.

Anche se nessuno risulta aver riportato conseguenze significative, come conferma la British Transport Police (Btp) che ora sta dando la caccia a due uomini, sulla trentina o poco più giovani, indicati come sospetti. La loro immagine, ripresa dalle onnipresenti telecamere di sicurezza, è stata diffusa sull’account Twitter della stessa Btp: sono due bianchi – uno dai capelli scuri, l’altro rossiccio – con jeans, t-shirt e scarpe sportive.

La pista, come gli stessi investigatori sottolineano, è quella di un gesto sconsiderato innescato da una rissa fra balordi, non di un attentato. Mentre non si segnalano pericoli per la salute pubblica, al di là dei soccorsi immediati prestati a coloro che avevano inalato più da vicino i miasmi. L’angoscia tuttavia è stata tanta, fra memorie di attacchi terroristici più o meno recenti e allarmi per la minaccia sinistra del gas.

Alcuni passeggeri hanno raccontato d’aver visto i due sospetti aggirarsi come sbandati su un vagone della ‘tube’ in viaggio tra Green Park e Oxford Circus e di avere avvertito subito dopo gli effetti dei lacrimogeni. Effetti che hanno continuato a farsi sentire nella stazione di Oxford Circus per circa un’ora.

“Non si poteva respirare bene”, ha detto fra gli altri alla Bbc il 26enne Michael Roberts, a bordo del convoglio con la fidanzata, parlando di un trambusto “abbastanza spaventoso”. Roberts ha peraltro aggiunto di aver notato che i due presunti responsabili si muovevano “freneticamente” e che apparivano “ubriachi”: forse reduci da un classico venerdì notte alcolico ‘british style’, rimasti in giro fino al mattino.

Per le forze dell’ordine della capitale non si è trattato del resto dell’unico grattacapo di giornata. Mentre gli agenti della Btp erano alle prese con questa vicenda, i colleghi di Scotland Yard hanno dovuto infatti far fronte a un attacco digitale di hacker sul loro profilo Twitter: infiltrato da un insulto alla polizia in bella mostra e quindi investito da tweet non autorizzati, prima del ritorno alla normalità. (Fonte ANSA)