Londra, tabaccaio si rifiuta di vendere cartine a minorenni: ucciso

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 gennaio 2018 6:35 | Ultimo aggiornamento: 9 gennaio 2018 22:13
londra-tabaccaio-ucciso

Londra, tabaccaio si rifiuta di vendere cartine a minorenni: ucciso

LONDRA – A Londra Vijay Patel, un uomo di 49 anni di origini indiane, è stato ucciso nel suo negozio da un ragazzo di 16 anni. Patel aveva rifiutato di vendere a una baby gang le cartine per le sigarette che, come le bionde, non possono essere comprate dai minori di 18 anni.

Il giovane è stato arrestato con l‘accusa di omicidio: ha colpito con un solo ma violento pugno al torace la vittima, deceduta il giorno successivo in ospedale, che cercava di impedire la distruzione del negozio di Broadway, nella zona di Mill Hill a nord-ovest di Londra.

I ragazzi erano aggressivi, minacciavano di vandalizzare il negozio e a quel punto Patel ha tentato di farli uscire ma è stato colpito da un pugno che lo fatto cadere a terra, ha sbattuto la testa e riportato una ferita mortale, scrive il Daily Mail.

Patel si era trasferito dall’India a Londra nel 2006 con l’obbiettivo di migliorare la vita della moglie Vibha e dei due figli. Suo fratello, Prakash, 47 anni, ha commentato la sua morte con queste parole:” È morto cercando di proteggere il negozio”.

“In questa fase crediamo che si tratti di un incidente spontaneo non scatenato interamente dal rifiuto di vendere le cartine per sigarette ai sospettati”, ha spiegato Ian Lott, un ispettore investigativo polizia metropolitana e del comando del crimine londinese. “Un uomo ha perso la vita senza un motivo se non quello di difendere la legge”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other