Lonely Planet, Best in Europe 2018: l’Italia al primo posto con l’Emilia Romagna

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 maggio 2018 7:30 | Ultimo aggiornamento: 22 maggio 2018 19:47
lonely planet best europe ansa

Veduta area del centro storico di Bologna (ansa)

ROMA – L’Emilia Romagna è la prima destinazione da visitare quest’anno in Europa: a dirlo è la Lonely Planet che ha pubblicato la classifica Best in Europe 2018. La regione italiana ha superato la concorrenza di destinazioni spagnole, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] tra cui la Cantabria arrivata seconda, e al contempo il Regno Unito, la Francia e la Grecia.

Ma nell’elenco, c’è una sorprendente entrata, Dundee, città scozzese, elogiata per la crescente scena culturale e la splendida trasformazione dello storico lungomare.

Lonely Planet’s Best in Europe ogni anno è compilata da esperti europei di compagnie di viaggio e suggeriscono le destinazioni più interessanti e sottovalutate da visitare in Europa.

Gli esperti sostengono che la lista del 2018 affronta il tema scottante dell'”overtourism”, con l’obiettivo di ispirare i viaggiatori alla scoperta di alcune regioni meno visitate, gemme nascoste che vanno al di là delle “zone calde” turistiche più frequentate in Europa.

L’Emilia Romagna è in prima posizione, sebbene sia stata spesso trascurata per favorire la Toscana, la Campania e il Veneto.

Gli esperti sostengono che è la destinazione numero italiana per gli amanti del buon cibo, in cui spiccano il ragù, il prosciutto di Parma e il parmigiano reggiano. Hanno notato che l’eredità gastronomica può essere esplorata a Bologna, al FICO, il nuovo parco agroalimentare più grande al mondo mentre le nuove aperture culturali di Ferrara e Rimini ai visitatori offrono di più.

Al secondo posto c’è la Cantabria, regione autonoma molto verde sulla costa settentrionale della Spagna, il cui capoluogo è Santander; al terzo, la Frisia in Olanda descritta dagli esperti come “una regione dai paesaggi accattivanti, con il capoluogo Leeuwarden, vivace Capitale Europea della cultura 2018”.

In quarta posizione c’è il piccolo stato del Kosovo, una giovane nazione che secondo gli esperti vanta splendidi percorsi escursionistici, la storia dell’era ottomana e una scena culturale in crescita.

A completare la top five è la regione francese della Provenza, famosa per i suoi uliveti e campi di lavanda.

Immancabile nei primi dieci posti la Grecia, con le Piccole Cicladi che comprendono Mykonos e Santorini, ma c’è la presenza della capitale della Lituania, Vilnius, la Valle del Vipava, o Vipacco, in Slovenia e la capitale dell’Albania, Tirana.