Miracolo numero 68 a Lourdes, dopo 6 anni la Chiesa riconosce un nuovo caso

Pubblicato il 29 Marzo 2011 9:48 | Ultimo aggiornamento: 29 Marzo 2011 13:03

PARIGI – A Lourdes non si parla ancora di miracolo, per prudenza, ma piuttosto di probabile dono divino, dopo che la Chiesa cattolica ha riconosciuto  la guarigione inspiegabile di un uomo, da tempo malato di ernia al disco, già operata due volte, e con una paralisi semi-totale alla gamba sinistra, andato a pregare nella città mariana.

Serge Francois, artigiano attualmente in pensione, era malato da diversi anni e soffriva di terribili dolori. In uno dei suoi numerosi pellegrinaggi a Lourdes, il 12 aprile 2002, dopo essersi immerso nell’acqua benedetta di Massabielle, lo stesso luogo dove, secondo la tradizione cattolica, la Vergine è apparsa alla pastorella Bernadette, l’11 febbraio 1858, l’uomo ha avvertito dapprima un dolore lancinante, tanto da fargli pensare di stare per morire, secondo il suo stesso racconto. Dopo alcuni minuti di sofferenza, sempre secondo quanto raccontato dal ”miracolato”, al dolore è seguita una profonda sensazione di benessere e di caldo improvviso. La gamba fino a quel momento paralizzata ha cominciato a muoversi. Tornato a Lourdes l’anno seguente, Serge Francois ha segnalato la sua guarigione al Bureau Medical di Lourdes.

Solo alcuni anni dopo, l’1 dicembre 2008, gli esperti del Comitato medico internazionale di Lourdes, composto da una ventina di medici, hanno riconosciuto che si tratta di una guarigione inspiegabile, perché immediata, completa, definitiva, slegata dagli effetti di terapie mediche. Ieri Monsignor Emmanuel Delmas, vescovo di Angers, città del centro della Francia di cui Serge Francois è originario, ha riconosciuto il carattere ”notevole” di questa guarigione agli occhi della Chiesa cattolica. Una guarigione che, ha scritto il vescovo in un comunicato, ”può essere considerata un dono personale di Dio a quest’uomo, una grazia, un segno di Cristo Salvatore”.

Sono più di 7.000 casi di guarigione inspiegabile, registrati a Lourdes dal 1884: una media di 55 casi l’anno per 127 anni.  Tra questi 7000 solo 67, e ormai 68, sono stati riconosciuti ufficialmente dalla Chiesa. L’ultima risaliva al 2005, quando venne riconosciuta come miracolo l’improvvisa guarigione della signora Anna Santaniello, avvenuta nel 1952. Ogni anno più di sei milioni di credenti si recano in pellegrinaggio a Lourdes.