Madrid, duemila pecore in centro. I pastori: “Passare di qui un diritto della transumanza”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Ottobre 2019 13:22 | Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2019 13:24
Madrid, festa della Transumanza

Madrid invasa dalle pecore per la Festa della Transumanza

ROMA – Sono circa 2000 le pecore discese ieri su Madrid, guidate dai pastori lungo le strade della capitale spagnola in occasione delle Festa della Transumanza: un’antica tradizione messa a rischio oggi dalla crescente urbanizzazione. E’ questa la minaccia che gli operatori del settore vogliono scongiurare e la giornata, con il pullulare di ovini nel centro di Madrid, è tra l’altro un modo per porre l’accento sulla questione e sensibilizzare opinione pubblica e addetti ai lavori.

“Passare di qui è un diritto”

“Siamo qui per rivendicare che la transumanza esiste, che i pastori esistono e non sono persi tra i monti. – spiega una pastora – In Spagna c’è una legge, la 3/95, che ci protegge: questo è un “Camino Real” e oggi il passaggio degli animali ha la priorità su quello delle persone. Anche se le persone che non ci lasciano passare sono peggiori degli animali”.

Il singolare corteo è stato accompagnato da musicisti e danzatori in costumi regionali e ha sfilato fra ali di curiosi e turisti. E’ arrivato fino alla sede del municipio dove i pastori hanno consegnato al sindaco le loro 50 ‘maravedies’, monete di rame la cui forgia risale all’XI secolo, per il pagamento del pedaggio.

Transumanza, rito antico

Un gesto simbolico di questi giorni naturalmente, quasi una cerimonia infatti. E’ dal 1994 che ogni anno le pecore discendono su Madrid in questa occasione, ripercorrendo appunto i sentieri attraverso i quali fin dal Medioevo i pastori guidavano il bestiame dal freddo nord al più mite sud in viste dai più rigidi mesi invernali. (fonte Ansa)