Cronaca Europa

Russia. Magnate alle sue operaie, se abortite vi licenzio

Un magnate russo proprietario di una latteria-caseificio ha intimato alle sue 6 mila operaie che se mai avranno un aborto saranno licenziate in tronco. Un simile trattamento verrà riservato anche per le dipendenti che ”vivono nel peccato”e non sposeranno il loro compagno entro due mesi.

Il riccone, che si fa chiamare Boiko-Veliki, che significa ”Boiko il Grande”, ha dichiarato che la gran parte delle sue dipendenti sono di religione ortodossa ed ha precisato: ”io mi aspetto che abbiano fede e che si pentano dei loro peccati”.

Boiko ha dichiarato alla stazione radio Ekho Moskvy che ”se una donna abortisce non può più restare nella nostra azienda, perchè non vogliamo lavorare assieme a degli assassini”.

L’ultimatum di Boiko arriva a ridosso dei tremendi incendi che hanno martoriato la Russia e distrutto 2 mila case solo a Mosca. E a causa della siccità è andato perduto un terzo del raccolto di grano del Paese.

Boiko ritiene che questi disastri naturali siano stati provocati da quella che ha chiamato ”la mancanza di fede religiosa”. In una intervista alla Komsomolskaya Pravda, Boiko ha detto che gli incendi ”sono la punizione per i peccati del popolo russo, ed io devo prendere misure severe inclusa quella di occuparmi di come le mie dipendenti trattano Dio”
 aolnews.com

To Top