Maltempo, ancora 1 settimana di piogge su Europa Centro-Sud. Estate in Lapponia

Pubblicato il 1 Giugno 2013 15:37 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2013 15:37
Maltempo, ancora una settimana di piogge. Estate in Lapponia

Maltempo, ancora una settimana di piogge. Estate in Lapponia

ROMA – Mentre la primavera latita in Italia e in tutta l’Europa del Sud, in Lapponia e Scandinavia il termometro supera i 30 gradi come fosse estate inoltrata. Un caldo da record: tutti in pantaloncini e maglietta o a fare il bagno nei laghi a ridosso del circolo polare artico.

Un maggio così freddo in Italia, invece, non lo vedevamo dal 1991, quando in Padania le temperature scesero fino a 0° C. La situazione è anomala e penalizza tutta l’Europa centro-occidentale, tanto che c’è chi prevede che l’Estate 2013 non arrivi affatto. E’ l’interpretazione apocalittica del meteorologo francese Laurent Cabrol, che prevede per Europa e nord Italia un proseguimento di diluvi direttamente fino al prossimo autunno.

Più fiduciose le previsioni di Edoardo Ferrara su 3bmeteo.com che spiega: “La nostra opinione è che invece l’estate saprà rialzare la testa sull’Italia, in particolare al Centro Sud, in quanto mancano alcune condizioni base che in passato hanno portato anche freddo e neve a basse quote nel trimestre estivo”. Certo, aggiunge Ferrara, “non sarà un estate particolarmente brillante, almeno nella prima fase, ma sole e caldo non dovrebbero mancare soprattutto al Centro Sud. Un po’ più sottotono invece il Nord, con maggiori spunti piovosi e temporaleschi, ma comunque in un contesto climatico più caldo di quello attuale”.

Insomma l’estate pare che ci farà penare un po’ ma infine arriverà anche se non sarà torrida. Intanto per i prossimi giorni sono previste piogge e temporali almeno fino alla metà della prossima settimana. Ad ovest l’anticiclone delle Azzorre, assente da settimane, sta lentamente tornando verso il Continente favorendo un miglioramento su Spagna, Francia e Regno Unito, seppur con ancora un po’ di addensamenti in prossimità dei rilievi cantabrici, pirenei e britannici, a causa delle correnti settentrionali che si scontrano contro di essi.

In Italia dall’8 giugno dovrebbe tornare l’alta pressione, garanzia di tempo più stabile con i primi caldi di stagione, specie al Centro Sud. Nord invece a tratti lambito dagli umidi venti atlantici, con ancora qualche acquazzone o temporale.