Manon e Mathilde, scambiate in culla 20 anni fa chiedono milioni di danni

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Dicembre 2014 14:18 | Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre 2014 14:18
Manon e Mathilde, scambiate in culla 20 anni fa chiedono milioni di danni

Manon e la madre che l’ha cresciuta

PARIGI – Correva l’anno 1994: due mamme partoriscono all’ospedale di Grasse, nel Sud della Francia. Le nuove arrivate sono due femminucce di nome Mathilde e Manon poi messe nella stessa incubatrice, ma senza braccialetto.

Un errore fatale che solo dieci anni dopo, un papà premuroso (o forse un marito geloso) riuscirà a svelare, chiedendo il test del dna perché la sua bambina ha la pelle un po’ troppo scura. Il risultato confermò i sospetti: Manon e Mathilde furono scambiante in culla alla nascita.

Subito dopo aver fatto i conti con la sconcertante scoperta i genitori di Manon si sono subito messi in contatto con i suoi genitori biologici. Dopo dieci anni di procedure giudiziarie e accertamenti, il caso è finalmente arrivato in tribunale. Le due famiglie chiedono all’ospedale milioni di danni. Nessuna delle due ragazze ha mai voluto tornare a vivere con le rispettive famiglie biologiche.